L’Università della Terza Età del Monfalconese riparte con energia, tante iniziative e novità, con al centro di tutto il territorio.

(si riporta il Comunicato Stampa come ricevuto)

Oltre 100 corsi con un’ottantina di docenti, 3 percorsi a tema oltreché una serie di uscite didattiche. Questo il ricco programma per l’anno accademico 2022/2023 dell’U.T.E. del Monfalconese.
Da oltre trent’anni presente sul territorio con un’offerta formativa ampia ed eterogenea che si è via via arricchita nel tempo con un’attenzione al luogo di appartenenza da una parte e alle esigenze dei propri iscritti dall’altra, l’UTE ha voluto quest’anno ampliare la propria programmazione inserendo anche alcuni corsi serali di lingue (inglese e tedesco) e di informatica e ciò per avvicinare nuove fasce di età, pensando in particolare ai lavoratori che non possono frequentare corsi mattutini o pomeridiani.
Sette sono le aree tematiche in cui si incardinano gli insegnamenti:
area medica-biologica e del benessere/ area tecnica – giuridica e scientifica
area storica – umanistica ed artistica/ area della cultura regionale
area linguistica/area informatica
area dei laboratori ed espressività artistica
Ciascuno avrà modo di trovare ciò che è più aderente ai propri interessi ed inclinazioni; per fare solo alcuni esempi per ogni area:
dalle lezioni di primo soccorso, alla cardiologia, alla conservazione della salute e del proprio benessere anche attraverso l’attività motoria all’aria aperta legata al cammino, nella sezione medico biologica e del benessere;
dalle curiosità geologiche del mondo alla descrizione dell’acqua e delle sue proprietà fisiche e biologiche alle conversazioni di urbanistica, fino a giungere alla Costituzione Italiana ed alla sua analisi nell’area tecnica – giuridica e scientifica;
varie sono le tematiche affrontate nell’area storica-umanistica ed artistica: la cinematografia con la rappresentazione delle figure femminili dagli anni ’30 in poi; la letteratura attraverso indagini sulla poesia del ‘900, sul mito greco con la lettura delle Metamorfosi di Ovidio; la storia dell’arte, in particolare la mail art; la filosofia con l’analisi del pensiero antico e medioevale e la storia, che si snoderà in un percorso temporale dal Medioevo all’età contemporanea; novità di quest’anno, l’introduzione della storia della musica con un corso che condurrà alla scoperta delle arie d’opera più famose.
per la cultura regionale verranno proposte, tra l’altro, delle passeggiate storiche in città ed una serie di lezioni sulle collezioni museali pubbliche più importanti della nostra Regione;
ricca l’offerta della sezione linguistica con corsi di inglese, francese, tedesco, spagnolo e sloveno e così pure quella della sezione informatica con lezioni di informatica di base ed avanzata, di utilizzo di windows e di android per il cellulare;
variegata anche la scelta tra una ventina di laboratori dedicati allo sviluppo delle capacità manuali e della creatività di ciascun allievo, dal coro al teatro, alla fotografia, al ricamo e cucito, alla maglia ed al disegno, solo per citarne alcuni.
Altre novità di quest’anno riguardano la programmazione di un corso di approccio alla dizione e fonetica della lingua italiana in otto lezioni che porranno anche le basi della lettura ad alta voce ed il ritorno del laboratorio di cucina, che sarà una cucina tradizionale, letteraria e dei personaggi famosi, legata ad antichi ricettari contenuti nella narrativa italiana e straniera, ma non solo, anche il pane sarà protagonista di un corso in cui verranno spiegati trucchi e metodi dell’arte bianca. Avranno luogo anche una serie di incontri di presentazione degli spettacoli e concerti più significativi della stagione teatrale monfalconese, in collaborazione con il Teatro Comunale.
Verranno inoltre riproposti i corsi di Burraco e Bridge che hanno riscosso e continuano a riscuotere grande successo tra i partecipanti.
Non mancherà neppure un ricco programma di gite culturali a musei, mostre e luoghi storici, realizzate con l’accompagnamento dei docenti interessati o delle guide locali autorizzate.
Ce n’è quindi per tutti i gusti, ma per chi non volesse accontentarsi, quest’anno l’U.T.E. offre anche tre percorsi tematici multidisciplinari – Benessere, Cultura e Attualità – dove, da diversi punti di vista, verrà affrontato un tema specifico, e cioè Dalla penna allo smartphone, Il fantastico nel Novecento e La salute psico fisica della persona.
L’inaugurazione dell’anno accademico si terrà il 12 ottobre 2022 con la conferenza “Investire in arte in modo consapevole e sicuro” tenuta dall’artista, curatore e critico d’arte Enea Chersicola.
L’incontro fa parte di una serie di sei che avranno luogo nel mese di ottobre, saranno dedicati all’educazione finanziaria e aperti a tutta la cittadinanza, proprio perché l’U.T.E. non si rivolge soltanto alla fascia della terza età, anche se prevalente, ma intende abbracciare l’intera vita della persona attraverso un processo di educazione permanente.
Le iscrizioni all’anno accademico 2022/23 verranno raccolte a Monfalcone presso il Palazzetto Veneto di via Sant’Ambrogio 12, dal 19 settembre al 7 ottobre tutti i giorni dalle ore 9,30 alle 11,30; proseguiranno successivamente il lunedì e mercoledì sempre con lo stesso orario.
Le lezioni inizieranno il 17 ottobre.
Il direttivo ha ritenuto di mantenere invariati i prezzi dello scorso anno per i soci ordinari e di istituire una nuova categoria, quella del socio sostenitore introdotta non solo a sostegno dell’UTE ma anche per essere un volano nel diffondere la conoscenza dell’attività didattica nel territorio; pertanto la quota sociale è così suddivisa:
Socio ordinario: Euro 50, permette di accedere a tutte le attività, conferenze e laboratori, fatto salvo alcuni corsi il cui costo aggiuntivo è riportato nel libretto con i programmi.
Socio sostenitore: Euro 20, permette di partecipare alle uscite didattiche e di intraprendere uno dei percorsi tematici multidisciplinari.
Vantaggi per i soci: sia i soci ordinari che sostenitori possono usufruire di sconti presso le Terme romane, il Teatro Comunale di Monfalcone e nei seguenti esercizi commerciali cittadini: Kinemax, Istituto Acustico Pontoni, Erboristeria Il filo di paglia, Floricoltura Pinese, Ortopedia e Sanitaria Salute e Store.